bellorio logo sito 1 copia

“Curse of Expertise” La Maledizione Dell’Esperienza

Nel vasto e complesso mondo dell’esperienza umana, esiste un fenomeno intrigante che affligge molte persone: la maledizione dell’esperienza. Questo enigma ha attirato l’attenzione di studiosi e ricercatori di varie discipline, che hanno cercato di spiegarlo attraverso sofisticati modelli accademici. 

L’indagine si basa su un’analisi approfondita, utilizzando i più recenti sviluppi nella ricerca accademica. Attraverso l’applicazione di sofisticati modelli accademici, prende in considerazione i diversi casi in cui la maledizione dell’esperienza si manifesta. 

La Maledizione dell’esperienza

La “maledizione dell’esperienza” è un cognitive bias (pregiudizio cognitivo) che colpisce coloro che sono diventati così abili o ben informati in un particolare campo da avere difficoltà a vedere i problemi dal punto di vista di individui meno informati, a volte portando a comunicazioni inefficaci o problemi inefficienti. Il concetto si può catalaogare in cinque parti utilizzando modelli psicologici e cognitivi pertinenti.

1. Sviluppo della Competenza (Dreyfus Model of Skill Acquisition): 

Il primo passo per comprendere la Maledizione della Competenza è capire come si sviluppa la competenza. Il modello di acquisizione delle abilità di Dreyfus propone cinque fasi di apprendimento: 

  • novizio, 
  • competenza, 
  • abilità, 
  • esperienza,
  • padronanza. 

Man mano che gli individui progrediscono attraverso queste fasi, iniziano a fare più affidamento sull’intuizione e meno su rigide linee guida. Quando raggiungono la fase di competenza, la loro conoscenza è altamente intuitiva e integrata. Questa profonda integrazione delle conoscenze a volte può rendere difficile comunicare le proprie conoscenze a persone meno informate che dipendono ancora da linee guida strutturate e dettagliate.

2. Integrazione della conoscenza e strutture cognitive (Schema Theory): 

Secondo la teoria dello schema, gli esperti hanno strutture cognitive altamente organizzate relative al loro campo, che consente loro di elaborare e archiviare in modo efficiente le informazioni. Tuttavia, proprio questa organizzazione può creare difficoltà quando si tratta di interagire con non esperti. Gli esperti tendono a dimenticare com’è non avere questi schemi, il che può portarli a sorvolare su informazioni che possono essere cruciali per la comprensione di un principiante. Questo è spesso indicato come la “maledizione della conoscenza”.

3. Perspective Taking Failure (Theory of Mind): 

La Teoria della Mente si riferisce alla capacità di comprendere che gli stati mentali di altre persone possono essere diversi dai propri. Ciò comporta capacità empatiche e assunzione di prospettive. Gli esperti spesso lottano con questo perché sono profondamente radicati nella loro prospettiva e trovano difficile immaginare lo stato di conoscenza di qualcuno che ha meno familiarità con il loro campo. Questa è una parte centrale della Maledizione della Competenza e porta a comunicazioni e insegnamenti inefficaci.

4. Overconfidence and Bias (Dunning-Kruger Effect)): 

La maledizione dell’esperienza può anche essere compresa in termini di bias cognitivi. Uno di questi pregiudizi è l’effetto Dunning-Kruger, che suggerisce che coloro che hanno scarse capacità in un compito sopravvalutano le proprie capacità, mentre quelli con elevate capacità sottovalutano la propria competenza. Quest’ultimo effetto può contribuire alla Maledizione della Competenza rendendo gli esperti eccessivamente fiduciosi nella loro capacità di comunicare concetti complessi o risolvere problemi nel loro campo, portando a potenziali problemi di comunicazione o supervisione.

5. Mitigare la maledizione della competenza (Instructional Design Theory): 

Diverse teorie educative offrono spunti su come superare la maledizione della competenza. Ad esempio, la Instructional Design Theory suggerisce che gli esperti dovrebbero adottare un approccio strutturato e sistematico quando progettano esperienze di apprendimento per i principianti. Ciò comporta lo svolgimento di una valutazione dei bisogni, la definizione degli obiettivi di apprendimento e la creazione di materiali didattici tenendo presente la prospettiva dello studente. Adottando consapevolmente la prospettiva del discente e strutturando le informazioni in un modo che sia accessibile a loro, gli esperti possono mitigare gli impatti della Maledizione della Competenza e trasmettere efficacemente la loro conoscenza.

More Posts

Send Us A Message